Economia russa

Economia russaLa ripresa economica della Russia si è verificata a partire dal 1999. Nell’agosto dell’anno precedente si è verificata una grave crisi finanziaria, con la svalutazione della moneta russa, il rublo, maggiore del 60%. Da allora, gli indicatori economici hanno registrato una stabilizzazione, aiutati dal prezzo del petrolio. Putin, dopo essere stato eletto presidente, ha avviato velocemente una serie di riforme, che a partire dal nuovo millennio hanno fornito un nuovo e vero e proprio assetto all’ordinamento economico della Russia moderna. Ovviamente c’è sempre un prezzo da pagare e non tutto è rose e fiori. La povertà e il basso tenore di vita contrastano nettamente con l’esibizione della ricchezza dei milionari vecchi e nuovi: il salario minimo di sussistenza si aggira intorno agli 80-90 euro al mese, mentre il salario minimo non supera i 150 euro.

Articoli più letti